. giocosenzatrucco

giovedì 8 agosto 2019

Julian Assange sempre in prigione.

Il giornalista Julian Assange è sempre detenuto nelle carceri a regime duro.
Pare che la sua salute sia sempre in peggioramento tanto che i pochi visitatori con accesso a fargli visita lo descrivono visibilmente dimagrito e in precaria salute.
Alcuni twitts ne descrivono lo stato definendolo come fortemente debilitato.
Ricordano anche di non dimenticare un giornalista segretario dagli U.S.A.

sabato 27 aprile 2019

HUAWEI 20 MATE LITE AGGIORNAMENTO.


I possessori di Huawei Mate 20 Lite possono sorridere alla notizia che un nuovo aggiornamento dovrebbe essere disponibile per il loro smartphone, lo faranno ancora di più dopo aver saputo che l’aggiornamento porta in dote Android Pie.
La notizia giunge dal blog tedescoHuaweiBlog e pertanto riteniamo che la distribuzione dell’update sia partita da quella regione geografica. A testimonianza dell’importanza dell’aggiornamento c’è il suo peso, che ammonta a circa 3,6 GB: la build si riferisce alla versione SNE-LX1 9.01.162(esempio in galleria) e sarebbe basata sulla EMUI 9.
Da Android World. 

sabato 26 gennaio 2019

MALAGA JULEN NON È SOPRAVVISSUTO.

TOTALAN (Malaga, Spagna) Il tweet della Guardia Civil chiude ogni sogno e speranza per Julen: #RIPJulen: trovato morto dopo due settimane di ricerche e tentative il piccolo Julen. Erano le 1.25. La notizia si è diffusa intorno alle 3 quando si è avuta certezza del decesso. 
Il drammatico epilogo dopo oltre 13 giorni di scavi a Totalan, nella provincia di Malaga sintetizzando nel tweet dei soccorritori: «Disgraziatamente...nonostante tanti sforzi da parte di tanta gente, non è stato possibile...#RIPJulen», ha twittato la Guardia Civil, rivolgendo ai familiari «le più sincere condoglianze».

martedì 27 marzo 2018

GORDON RAMPSEY CONTRO LA DROGA.

Il celebre chef Gordon Ramsay protagonista di molti show televisivi di successo dopo la morte del suo amico e chef David Dempsey per overdose da cocaina pone grande attenzione al problema dell'uso di questa sostanza nel campo della ristorazione. In particolare si dice che tutti i suoi dipendenti debbano sottoporsi ad analisi prima dell'assunzione e periodicamente esegue test di controllo in tutti i suoi ristoranti. La perdita di un caro amico con il dramma di un suo fratello da molto tempo schiavo dell' eroina  lo hanno portato a sostenere molte associazioni che lottano contro il grave problema della tossicodipendenza.
Gordon ha anche realizzato un documentario che riguarda la produzione di cocaina recandosi egli stesso nei luoghi di produzione e partecipando attivamente al filmato.

lunedì 26 marzo 2018

MUORE FABRIZIO FRIZZI GRAVISSIMO LUTTO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO.


Fabrizio Frizzi e' deceduto nella mattinata di oggi all'ospedale Sant’Andrea di Roma in seguito ad emorragia cerebrale. Aveva 60 anni.
Cosi' la moglie il fratello e tutti i familiari hanno annunciato la morte del conduttore televisivo.
La camera ardente sarà allestita domani, martedì 27 marzo, nella sede Rai di Viale Mazzini 14 dalle ore 10 alle ore 18. I funerali si terranno invece mercoledì 28 marzo alle ore 12 nella Chiesa degli Artisti a Piazza del Popolo. «Stiamo lavorando per organizzare. Comunque grazie a tutti», ha detto il fratello di Fabrizio, Fabio, lasciando l’ospedale Sant’Andrea.
 Il 23 ottobre scorso Fabrizio Frizzi era stato colto da un malore, una ischemia, durante la registrazione di una puntata del programma «L’Eredità». Venne ricoverato al Policlinico Umberto I di Roma dove fu dimesso alcuni giorni dopo. Il conduttore tornò in tv a dicembre, sempre alla guida del programma di RaiUno. «L’Eredità è una gioia, fa bene anche al fisico - scherzò con Vincenzo Mollica annunciando il suo ritorno sugli schermi - L’adrenalina sento che mi aiuta a stare meglio». Lo scorso 5 febbraio aveva compiuto 60 anni. Parlando della malattia disse: «Non è ancora finita. Se guarirò, racconterò tutto nei dettagli, perché diventerò testimone della ricerca. Ora è la ricerca che mi sta aiutando».

http://www.corriere.it/cronache/18_marzo_26/fabrizio-frizzi-morto-roma-aveva-60-anni-116c6a34-30ab-11e8-b98c-6b7fd54f26e4.shtml

lunedì 12 marzo 2018

SPOTIFY BLOCCA ACCOUNT IRREGOLARI VEDIAMO LE ALTERNATIVE.

Spotify ha provveduto alla cancellazione di utenti che, facendo leva su app non ufficiali, frodavano il sistema usando in modo gratuito la versione a pagamento della notissima applicazione. Tuttavia esistono diverse alternative che permettono   l'ascolto di musica gratis senza dover intraprendere vie terze che potrebbero portare fastidi legali da non sottovalutare.
Per prima citiamo Tubeats:  un’app che mischia video di YouTube con le playlist Spotify.
Per seconda JustHearIt, applicazione che consente l'ascolto di musica offline, creare e condividere playlist, in simil stile Spotify.
La terza sempre gratuita simile a Spotify è MusicUp, sostanzialmente simile a Tubeats ma che consente , insieme all'ascolto della musica, anche la visione dei video ufficiali.
Quarta per ordine abbiamo  Jamendo, che si differenzia dalle piattaforme elencate sopra dall’ascolto della radio.
Terminiamo la selezione con SoundCloud, senza dubbio la più competitiva per Spotify conosciuta molto in rete, con le sue proposte e varianti di opzioni allargate talmente da renderla pari alle consorelle a pagamento ricordiamo la grafica accattivante ed intuitiva.