. GIOCOSENZATRUCCO: DESAPARECIDOS : UNA TRAGEDIA DA NON DIMENTICARE.

mercoledì 22 giugno 2011

DESAPARECIDOS : UNA TRAGEDIA DA NON DIMENTICARE.

Si calcola che siano più di trentamila i desaparecidos tra il 1976 e il 1983 durante la dittatura militare in Argentina. A questi si devono aggiungere oltre 1.000.000  di esiliati, 9.000 prigionieri politici e 15.000 fucilati per le strade.
Con il decreto numero 187 del 15 dicembre 1983 il presidente Raul Alfonsin istituisce la Comisiòn Nacional sobre la Desapariciòn de Personas che avrà come obbiettivo di chiarire i fatti occorsi durante la dittatura militare.
Il presidente sarà lo scrittore Ernesto Sabato Ernesto Sabato e sarà affiancato da personalità argentine prestigiose scelte per la loro ferma difesa dei Diritti Umani. Il lavoro della commissione non implicava in alcun modo di individuare e processare i responsabili. Tutto il materiale raccolto fu trasmesso alle competenti autorità giudiziarie alle quali fu demandato il compito di processare i responsabili.
Nel dicembre 1983 il presidenteAlfonsin Raul Alfonsìn appena eletto promuove la Commissione Nazionale Persone Scomparse presieduta da Ernesto Sabato incaricata di indagare sui crimini della dittatura. Contemporaneamente annulla la legge dell' autoamnistia e decreta di processare i membri della giunta militare che hanno tenuto il potere dal 1976 al 1983. Ma le pressioni dei militari continuano ad avere un grosso peso nella politica argentina tanto che nel 1986 viene promulgata dal parlamento la Legge del Punto Final grazie alla quale vengono estinti tutti i reati commessi da militari e poliziotti non ancora incriminati fino a quel momento. Un sollevamento militare guidato dal colonnello Aldo Rico,  nell' aprile del 1987, porta il governo Alfonsìn a promulgare la Ley de la Obediencia Debida (Legge dell' Obbedienza Dovuta) che perdona i crimini di tutti i sottoposti che avrebbero agito per obbedire a degli ordini superiori.
NUNCA MAS ( MAI PIU'. )

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno verificati affinche' non contengano parole lesive alla dignita' di altri. I commenti non saranno censurati mai.
ATTENZIONE:
NON INSERITE LINK VERSO SITI PORNOGRAFICI, NON SARANNO PUBBLICATI.
NEVER INSERT LINK TO PORN SITES WILL NOT BE PUBLISHED.