. GIOCOSENZATRUCCO: AFFONDAMENTO DEL CONCORDIA ULTIME NOTIZIE.

martedì 31 gennaio 2012

AFFONDAMENTO DEL CONCORDIA ULTIME NOTIZIE.

QUESTI SONO I NOMINATIVI DEI DISPERSI DEL CONCORDIA PER ORDINE DI NAZIONALITA'. I MORTI ACCERTATI FINO AD ORA SONO 11.







6 italiani:
Dintrono Maria
Girolamo Giuseppe (membro equipaggio)
Trecarichi Maria Grazia
Virzì Luisa Antonia
Arlotti Dayana
Arlotti Williams

13 tedeschi:
Bauer Elisabeth
Ganz Christina Mathi
Ganz Norbert Josef
Goergens Gertrud
Grube Gabriele
Hoer Egon
Neth Margarethe
Schall Inge
Stumpf Siglinde
Werp Brunhild
Werp Josef
Galle Horst
Schroeter Margrit

4 francesi:
Blemand Michael
Gannard Jeanne
Gregoire Pierre
Litzler Mylene

Un ungherese:
Feher Sandor (membro dell'equipaggio)

Un indiano:
Rebello Russel Terence (membro dell'equipaggio)

Una peruviana:
Soriamolina Erika Fani (membro dell'equipaggio)

2 americani:
Heil Barbara e Heil Gerald.

COSTA CROCIERE ha dato l'annuncio che la sua ex ammiraglia " Concordia " affondata nei pressi dell'isola del Giglio non tornera' piu' a navigare, si stimano tempi di recupero per il relitto superiori ad un anno da oggi.
Grande preoccupazione degli abitanti dell'isola che oltre a perdere l'imminente stagione turistica vedono il rischio di un inquinamento biologico che potrebbe danneggiare per molti anni a venire tutte le attivita' turistiche che rappresentano la loro piu' grande risorsa economica. Gli stessi abitanti hanno formato un comitato che avra' il compito di tenersi a contatto con le parti che gestiscono tutte le operazioni da effettuare per un veloce ripristino della situazione. Il comitato dovrebbe avere infatti la forza tramite legali e tecnici di parte , per interagire con maggiore autorevolezza nei confronti di tutte le decisioni  da prendere e nel caso di partecipare attivamente ai tavoli delle trattative , per essere sempre al corrente degli sviluppi di questa situazione di emergenza che li vede come parte lesa in eventuali azioni giudiziarie.
Non dimentichiamo certo tutti coloro che come viaggiatori si erano imbarcati sulla nave per una crociera di svago ed hanno trovato la morte. Altri piu' fortunati sono sopravvissuti ma porteranno sempre con loro gli strascici emotivi e psicologigi di un evento difficilmente dimenticabile.
In tal senso troviamo l'offerta ( 13000 euro a viaggiatore ) proposta dai vertici di Costa veramente offensiva.
Anche perche' non tutti i passeggeri hanno subito lo stesso danno , ma ognuno di loro e' stato danneggiato in modo e maniera differente , e come tale deve essere trattato il risarcimento.
Ad esempio , sei passeggeri della Concordia hanno presentato ieri a Miami una denuncia contro la Carnival e Costa Crociere e contestualmente una richiesta di maxi risarcimento: 460 milioni di dollari. L'avvocato dei sei passeggeri, Marc Berna, ha spiegato che l'azione legale è stata avviata in un tribunale di Miami, dove è il quartier generale della Carnival. L'accusa rivolta dal legale alla Carnival e a Costa Crociere riguarda la "negligenza del marittimo".


Non dimentichiamo che  Costa Crociere S.p.A. fa parte del Gruppo Carnival Corporation & plc, leader mondiale delle crociere ed è membro della prestigiosa World's Leading Cruise Lines, associazione delle principali compagnie crocieristiche del mondo.

 Chi è il vero, misterioso padrone della Costa Crociere, e com´è riuscito a rimanere un "fantasma" dall´inizio della tragedia? Finalmente se lo chiede anche la grande stampa americana. È il Wall Street Journal il primo a rompere il cerchio magico della discrezione che ha protetto l´azionista americano. Un vero miracolo, a pensarci bene: il naufragio ha avuto una visibilità altissima qui negli Stati Uniti, ancora a 10 giorni dal disastro le immagini dall´Isola del Giglio continuano ad apparire in tutti i notiziari televisivi.



All´appello manca solo il padrone, che è riuscito a mantenere un profilo non basso ma addirittura invisibile. Eppure in questa vicenda autorevoli esperti americani di diritto marittimo fin dalle prime ore si sono chiesti se i naufraghi di cittadinanza Usa e i familiari delle vittime americane non abbiano la possibilità di rivolgersi a un tribunale di Miami per andare a pescare risarcimenti nelle casse ben fornite della casa madre.
«Dov´è Micky Arison?» con questo interrogativo il Wall Street Journal ha tentato di "stanare" il potentissimo padre-padrone della Carnival: che cumula tre ruoli, quello di presidente, amministratore delegato, e azionista di maggioranza con un terzo del capitale. A 62 anni, Arison è il 75esimo uomo più ricco degli Stati Uniti con un patrimonio stimato a 4,2 miliardi nel settembre scorso dalla rivista Forbes.

Il suo impero, con sede a Miami in Florida, ha 101 navi, occupa 70.000 dipendenti, e in media ogni giorno 200.000 passeggeri viaggiano su una nave da crociere che appartiene al gruppo. Solo 15 navi hanno il marchio Costa. La compagnia genovese fu acquistata da Carnival nel 1997. Il gruppo di Arison ha 10 filiali tra cui alcune sono ben più grosse della Costa: Holland America, Princess Cruises, Cunard, Carnival Cruise Lines.
VEDIAMO ORA LA POSIZIONE DEL COMANDANTE SCHETTINO :





Francesco Schettino al momento del naufragio della Costa Concordia non era lucido (e questo si era capito, ndr). Lo afferma un altro personaggio chiave della tragedia, il tenente di vascello e secondo ufficiale medico, Gianluca Marino Cosentino.
Con le dichiarazioni dell'ufficiale la posizione di Schettino si aggrava. Intervistato dal Mattino, Cosentino, descrive un comandante "sconvolto" che ha mancato completamente il suo ruolo: "Il coordinamento dei soccorsi da parte del comandante non c'era. Personalmente mi ha molto sorpreso vedere Schettino in borghese sul molo verso mezzanotte e mezzo. In più quando ho sentito dai telegiornali che aveva avuto il tempo di prendere effetti personali nella sua cabina ed anche un computer, e finanche di scivolare sfortunatamente in una scialuppa, beh, è stato il massimo".


Al momento le accuse sono di omicidio colposo plurimo, naufragio e abbandono di nave. Rischia fino a 15 anni di carcere''.


Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno verificati affinche' non contengano parole lesive alla dignita' di altri. I commenti non saranno censurati mai.
ATTENZIONE:
NON INSERITE LINK VERSO SITI PORNOGRAFICI, NON SARANNO PUBBLICATI.
NEVER INSERT LINK TO PORN SITES WILL NOT BE PUBLISHED.