. GIOCOSENZATRUCCO: MATTEO RENZI E LA CAMPAGNA DI ROTTAMATORE.

sabato 3 novembre 2012

MATTEO RENZI E LA CAMPAGNA DI ROTTAMATORE.



Matteo Renzi insignito ufficialmente da Bersani con la famosa white card, ha potuto candidarsi alle primarie del PD. Benche' solo il segretario potesse parteciparvi per diritto in base alle regole interne del partito , hanno trovato questo escamotage che evita scissioni e rotture assai ben piu' drastiche per un PD che oramai viaggia in acque torbide dopo due decenni di politiche scellerate e disastrose per il nostro paese. Lui il rottamatore di quella sinistra che gia' si era da sola rottamata , tenta con la verve che lo contraddistingue la scalata all'olimpo. Lo scuseranno i suoi concittadini se nel fratempo non potra' dedicarsi al mandato assegnatogli dai fiorentini per fare il Sindaco della citta' del giglio.Naturalmente lo stipendio da primo cittadino lo percepira' egualmente senza detrazione alcuna , ancche se per 3 mesi circa dovra' trascurare la carica per la quale e' stato eletto. Vediamo di fare una sintesi del cammino mediatico che l'equipe del candidato Renzi gli ha solertemente pianificato.
A dirigere il carozzone in tutta la sua organizzazione c'e' il signor Giorgio Gori , responsabile dei palinsesti di Mediaset e poi il direttore di Canale 5 per gran parte degli anni Novanta, ha fondato Magnolia la più importante Casa di Produzione in Italia ed ha sposato Cristina Parodi.






Vedi Gori e Renzi insieme dal vivo e capisci. Capisci il perché di tutto questo. Sono alti uguali, quasi la stessa età, stesso taglio di capelli, stessi bottoni slogati dalla camicia bianca. Emanano una particolare energia testosteronica e assertiva. Come se si fossero incontrati in un bar una sera, avessero scommesso su chi sarebbe riuscito a portarsi a letto la tipa più figa del locale e alla fine avessero optato per una cosa a tre perché hanno imparato a rispettarsi. La loro collaborazione ha avuto così tanto successo fino a questo momento perché non è una collaborazione. È una scusa per dimostrare all'altro chi è il più bravo.
Giorgio Gori lo si vede trottare fremente sul palco, stringere la mano alle personalità in arrivo, scattare foto al pubblico dal suo iPhone. Quando si presenta qualche problema o dubbio tutti—Renzi incluso—si rivolgono immediatamente a lui. 

Veniamo ora alle note delle spese che per Renzi risultano sempre dolenti ahinoi. ........ alla fine dobbiamo pagare con le solite tasse inique e truffaldine.Lo stesso Renzi, in un'intervista confessa che per la sua campagna in vista delle primarie saranno spesi circa 250.000 euro. Dubitiamo fortemente che con l'entourage che copre le spalle di Renzi questa cifra risulti un tantino bassa, e conoscendo il principino sappiamo che certo non lesina quando si tratta di ben figurare nelle uscite come nei ricevimenti dati naturalmente con lo scopo di attrarre elettori, a suon di walzer aragoste e quanto di meglio un signore di casa predispone per i suoi ospiti.
Per finire riportiamo una parte di un articolo indagine  di Bracalini firma del Giornale: 
"Si registra un incrocio tra fatture, società private, amici e famiglia di Renzi, su cui si è acceso un riflettore della Procura in seguito ad un esposto (indagine senza nessun indagato al momento). Spanò è, infatti, socio al 20% di una Srl, la Dotmedia, a cui Renzi ha affidato la consulenza per la campagna su internet e social network. Ebbene, la Dotmedia incassa soldi dal Comune, curando diverse operazioni, dalla Notte tricolore alle campagne della centrale del latte. Se nel 2008, prima che Renzi arrivasse a Palazzo Vecchio, la società dell’amico Spanò fatturava 9mila euro, nel 2009 arriva a 137mila.




Lo stesso Museo dei Ragazzi di Spanò ha assegnato un lavoro alla Dotmedia di Spanò («tutto gratis», si difende lui). Ma c’è qualcosa di più. Un intreccio societario, tramite un altro socio, Alessandro Conticini, che lega la Dotmedia ad un’altra società, la Eventi6srl, di Rignano sull’Arno che ha tra i soci Laura, Matilde e Benedetta Renzi. Madre e sorelle del principino."
http://www.giornalettismo.com

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno verificati affinche' non contengano parole lesive alla dignita' di altri. I commenti non saranno censurati mai.
ATTENZIONE:
NON INSERITE LINK VERSO SITI PORNOGRAFICI, NON SARANNO PUBBLICATI.
NEVER INSERT LINK TO PORN SITES WILL NOT BE PUBLISHED.