. GIOCOSENZATRUCCO: USTICA PER NON DIMENTICARE UNA STRAGE DI STATO

martedì 20 novembre 2012

USTICA PER NON DIMENTICARE UNA STRAGE DI STATO


CIELO TRA PONZA ED USTICA VENERDI' 27 GIUGNO 1980 ORE 20.59.COORDINATE:"39°43′0″N 12°55′0″E" AEREO DOUGLAS DC-9 ITAVIA.


L'AEREO CADE IN MARE. INIZIANO 20 ANNI DI BUGIE E DEPISTAGGI.

                                PER NON DIMENTICARE

La documentazione originale trasmessa nel ’97 dalla Nato alle autorità italiane sul traffico aereo non identificato registrato la sera del 27 giugno 1980 sul Tirreno.
Douglas DC-9

IL DC-9 RICOSTRUITO.










GUGLIELMO SINIGALLIA  ERA UN COLONNELLO DEL SISMI CON UN PASSATO NELLA LEGIONE STRANIERA CON SOPRANNOME LICAONE. E PROPRIO QUELLA SERA DI VENERDI' 27 GIUGNO SI TROVAVA NELLA PORZIONE DI CIELO INTERESSATA PER UN'OPERAZIONE CONGIUNTA TRA FORZE ITALIANE, FRANCESI, INGLESI E TEDESCHE. l'OPERAZIONE ERA DI VERA GUERRA E DOVEVA CONCLUDERSI CON L'ABBATTIMENTO DELL'AEREO SU CUI VIAGGIAVA GHEDDAFI PARTITO DA TRIPOLI E DESTINATO A VARSAVIA. UN MIG LIBICO ERA PREPOSTO ALL'ABBATTIMENTO DELL'AEREO DEL RAIS, MA QUI' SORSE UN INTOPPO CHE MANDO' IN FUMO TUTTI I PIANI PREDISPOSTI, NON C'ERA BENZINA SUFFICIENTE NEL SERBATOIO DEL MIG LIBICO PER ATTENDERE LA PREDA ALL'AGGUATO ED ABBATTERLA.
MIG LIBICO
La parte che segue e' presa da:
http://www.articolotre.com


 Scatta allora l' operazione di rincalzo. Dalla Corsica si alzano tre Mirage francesi con serbatoi supplementari e armati di missili capaci di centrare il bersaglio anche a 90 chilometri di distanza. Dalla Foch sarebbero partiti altri aerei di scorta e degli F 104 da Decimomannu. I Mirage della Foch dovevano soprattutto tenere fuori dall' azione un Airbus dell' Air France diretto a Barcellona, volo di cui noi eravamo a conoscenza. Nessuno, invece, ci aveva avvertito del Dc 9 che in quel momento stava volando da Bologna a Palermo.
PORTAEREI KIEV





  Dalla portaerei sovietica Kiev, che incrociava nel Golfo della Sirte, decollano intanto un Mig con i contrassegni libici e uno Yak 36 Stol. A noi ci viene ordinato di abbatterli. L'obiettivo proprio in quel momento vira verso Malta. Sugli schermi radar noi abbiamo due aerei: uno sappiamo essere l' Airbus dell' Air France, l' altro crediamo sia il jet con Gheddafi o Jallud. Invece è il Dc 9 Itavia. Intanto scatta l' ordine di colpire il Mig e lo Yak. L' ordine riguarda tutti: gli F 104, i Mirage, e anche i sottomarini che si trovano nella zona. Tre francesi e uno inglese. Il missile è partito da un mezzo francese, gli unici in grado di centrare anche a distanza l' obiettivo. L' azione è convulsa, tirano tutti: viene giù un Mirage, ma il pilota si salva, e viene giù il Dc 9”.
Qui finisce tra le lacrime la testimonianza di Guglielmo Sinigaglia e aggiunge un particolare raggelante, racconta che in qualche modo il pilota del Dc9 riuscì a far ammarare il suo aereo, che avrebbe galleggiato fino al mattino, fino alle 5:40, quando una squadra di sommozzatori l’affondarono con cariche di esplosivo.
A quella strage, quella di Ustica, seguirono una serie di morti che lo stesso Rosario Priore definisce “Una casistica inquietante”.
81 VITTIME ASPETTANO ANCORA GIUSTIZIA.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno verificati affinche' non contengano parole lesive alla dignita' di altri. I commenti non saranno censurati mai.
ATTENZIONE:
NON INSERITE LINK VERSO SITI PORNOGRAFICI, NON SARANNO PUBBLICATI.
NEVER INSERT LINK TO PORN SITES WILL NOT BE PUBLISHED.