. GIOCOSENZATRUCCO: POESIA

giovedì 16 ottobre 2014

POESIA


E Il Signore vedendo una buia valle di lacrime chiamo' un Angelo a Se', Vai disse che la tua luce guidi quelle anime fuori dalle tenebre. Sarai agnello tra i lupi e avrai il tormento per i molti anni di vita che Io ti lascero' ,poiche' sarai uomo tra gli uomini. L'Angelo obbedi' al suo Dio e cosi' fu per gli anni a venire, ebbe a soffrire nell'animo e molto nel corpo, deriso e giudicato provo' il dolore piu' grande di quanto avesse mai pensato possibile. Piangeva per disperazione del suo fallimento. Diede amore sempre e mai nessuno lo amo' veramente. Mori' vecchio e da solo affronto' la morte. Signore mio perdonatemi, ho fallito disse egli disperato, tuono' allora il Dio nostro: eri stella nel cielo e brillavi come nessuna, solamente in quella valle nessuno ti vedeva perche' erano tutti ciechi, nel resto del mondo in milioni ogni sera seguivano la tua luce e pregavano che mai si spegnesse quel lume, perfino da quella valle adesso qualcuno cerca nel cielo la tua luce, l'Angelo sorrise e guardando la terra vide chi era, solo uno tra i molti ,ma ogni sera guarda lassu'. Qualche volta l'Angelo appare nei suoi sogni .
Si conoscono da sempre e tutte le sere l'Angelo lo aspetta.


A PAPA'.

Questo testo e' stato scritto da persona che ne detiene la proprieta' intellettuale.
E' tuttavia concessa la riproduzione con il solo obbligo di citare la fonte.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti saranno verificati affinche' non contengano parole lesive alla dignita' di altri. I commenti non saranno censurati mai.
ATTENZIONE:
NON INSERITE LINK VERSO SITI PORNOGRAFICI, NON SARANNO PUBBLICATI.
NEVER INSERT LINK TO PORN SITES WILL NOT BE PUBLISHED.